Cedolare secca sui negozi

Cos’è la cedolare secca?

La cedolare secca è un’imposta (del 21% o del 15%, a seconda del tipo di contratto) che va a sostituire quelle dovute sui redditi da locazione (Irpef e addizionali, imposta di registro, imposta di bollo).

Cos’ è cambiato con la legge di bilancio 2018?

Con il comma 59 dell’art. 1 della legge 30 dicembre 2018 n.145, è stata introdotta la possibilità di optare per questo regime anche per immobili ad uso diverso dall’abitativo.

La norma fa riferimento specifico a quanto contenuto per l’applicazione, nell’art. 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011 n .23.

Quali sono i vincoli per l’applicazione della cedolare?

Prima di tutto il contratto deve essere stipulato nell’anno 2019. Se un contratto fosse stato stipulato nel 2018 con decorrenza nel 2019 non sarebbe assoggettabile a tale regime fiscale. Al contrario sembrerebbe che un contratto stipulato nel 2019 e ad esempio con decorrenza 2020 rientri nella norma.

Quanto durerà la cedolare?

La cedolare durerà, se non revocata dal contribuente, per tutta la durata contrattuale.

Cosa bisogna sapere ancora?

  • La norma prevede inoltre che se tra le parti, alla data del 15 ottobre 2018, era già in corso un contratto di locazione, non scaduto e interrotto prima della sua naturale scadenza, non si possa stipulare un nuovo contratto nel 2019 con adesione al regime della cedolare secca. Se il contratto pur in essere al 15 ottobre 2018 va poi a sua naturale scadenza (primi 6 anni o successive scadenze di rinnovo) allora sarà possibile stipulare il nuovo contratto con Cedolare. Se quindi un contratto avesse la sua naturale scadenza al 15 gennaio 2019, si potrebbe stipulare u nuovo contratto dal 16 gennaio in Cedolare.
  • Purtroppo la norma ha limitato ad una sola tipologia catastale l’applicazione della cedolare, gli immobili accatastati C1.
  • La superficie non può superare i 600 metri quadri, anche se non è specificato quale parametro di metratura bisogna considerare. Sappiamo infatti che in molti casi ad esempio i metri catastali sono diversi dai metri con cui si redige ad esempio la certificazione energetica. In alcune leggi vengono considerate le superfici utili, e quindi sarebbe auspicabile da questo punto di vista un chiarimento. Nel calcolo della superficie non devono essere conteggiate le pertinenze che vengono eventualmente locate congiuntamente.
  • Per quanto riguarda le pertinenze ricordiamo che possono essere locate in cedolare, come per l’abitativo, al massimo 3 pertinenze oltre l’immobile principale.
  • Il locatore deve essere una persona fisica, e quindi non possono usufruire della cedolare i locatori che operino nell’esercizio di una attività di impresa, o di arti e professioni, come per il regime abitativo.
  • Non è previsto nessun requisito specifico per il conduttore che quindi può essere sia persona fisica che diversa, come era anche in origine per l’uso abitativo.
  • Il canone è libero nella usa contrattazione ma, come per l’uso abitativo in cedolare, non potrà subire variazioni durante tutta la durata contrattuale. È quindi sospesa la possibilità di richiedere l’aggiornamento del canone in base all’indice ISTAT, ma non solo, non è possibile neppure applicare il cosiddetto canone a scalare.
  • L’aliquota della cedolare è il 21% e sostituisce sia l’IRPEF che le addizionali comunali e regionali IRPEF che le imposte di registro e di bollo, sia in fase di registrazione che per gli adempimenti successivi di proroga e risoluzione, e anche l’imposta sulle fideiussioni eventualmente presenti in contratto.

 

In caso di ulteriori domande o delucidazioni non esitate a contattarci tramite il nostro form https://detanti.it/it/contatti.html

logo de tanti_rosso-01

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: