Il mercato immobiliare meridionale in ascesa

Il mercato immobiliare in alcune zone del meridione è in netta impennata, sebbene le grandi città come Milano e Roma siano in sofferenza.
L’emergenza sanitaria ha permesso il “South Working”, o meglio, il lavoro da remoto, che ha agevolato l’evoluzione delle città dove è più semplice vivere in una condizione come quella vigente.
Grazie a questo, il mercato immobiliare di alcune regioni meridionali accoglie numerose richieste da chi è tornato a vivere nel proprio paese d’origine e da chi si è spostato per una tranquillità sanitaria.
Da un’analisi dell’ufficio Studi di Idealista, la provincia di Barletta, Rieti e Agrigento godono di una richiesta maggiore rispetto alle altre città, rispettivamente un incremento del +60%, + 56 % e +55% rispetto all’anno precedente.
A seguire troviamo Reggio Calabria ed Enna, Nuoro e Catanzaro con un incremento rispettivamente del +50%,+45% e +43%.
Si trovano invece in discesa i mercati delle città di Trapani (-1%), Milano (-4%) e Crotone (-18%).
Per le richieste di affitto troviamo in classifica Brindisi, con un +60%, Crotone e Vibo Valentia con +58% e +56%.
In netto calo i dati di Benevento, Pordenone, Milano e Brescia con un calo rispettivamente del – 44% , – 41% , – 32% , – 24% .
Il lato preoccupante è il netto calo degli affitti di Milano, città che viveva di affitti per i lavoratori e per gli studenti universitari e non, che hanno lasciato la città per tornare nel paese di origine, svolgendo “Smart Working” e lezioni online.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s