La comunicazione all’amministratore del nuovo inquilino è un atto dovuto

Quando si stipula un contratto di affitto è cosa nota a tutti che lo stesso vada registrato presso l’Agenzia delle Entrate. Non tutti sanno però che lo stesso contratto debba essere, per legge, trasmesso anche all’amministratore di condominio al fine di poter aggiornare l’anagrafe condominiale.

Qui di seguito vi indico schematicamente le fasi chiave di questo passaggio:

NUOVI INQUILINI – NUOVI PROPRIETARI – AMMINISTRATORI DI CONDOMINI. CHI DEVE FARE COSA

CHE COSA

IL PROPRIETARIO DEVE COMUNICARE

-dati anagrafici del nuovo inquilino, in caso di nuovo contratto di affitto

-dati anagrafici del nuovo proprietario, in caso di compravendita

In sostanza, estremi della registrazione dell’atto o estremi del contratto che stabilisce il passaggio di proprietà o di utilizzo dell’immobile.

A CHI

All’amministratore di condominio tra i cui compiti (v. art. 1130 codice civile) è prevista la tenuta del registro dell’anagrafe condominiale. Documento che deve contenere i dati catastali di ogni singola unità immobiliare, le generalità di tutti i condomini, usufruttuari e conduttori con i relativi codici fiscali

QUANDO

-Entro trenta giorni dalla data di stipula o di decorrenza, un nuovo contratto di affitto va registrato presso l’Agenzia delle Entrate

-Entro sessanta giorni va data comunicazione all’amministratore

LEGGE DI STABILITà DEL 2016: “ è fatto carico al locatore di provvedere alla registrazione nel termine perentorio di trenta giorni, dandone documentata comunicazione, nei successivi sessanta giorni, al conduttore e all’amministratore di condominio, anche ai fini dell’ottemperanza agli obblighi di tenuta dell’anagrafe condominiale di cui all’articolo 1130, numero 6, del codice civile”

PERCHE’

-Perché l’amministratore possa adempiere all’obbligo di tenere aggiornato il registro di anagrafe condominiale

-Perché possa essere in possesso di tutti i dati necessari agli adempimenti fiscali

COME

Il come non è stabilito da una norma, e può variare: fax, mail, R/R, PEC.

Articolo 1130 codice civile : “.. ogni variazione dei dati deve essere comunicata all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili…”

RESTIAMO SEMPRE A DISPOSIZIONE PER QUALSIASI DUBBIO O NECESSITA’

Andrea de Tanti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s